Visitare Viterbo: storia e cultura enogastronomica rappresentano i tratti peculiari della città di Viterbo. Circondata dai Monti Cimini, si caratterizza per il suo centro storico che grazie alla sua architettura, racconta e tramanda le antiche storie di epoca medievale. Nel XII secolo divenne la sede sostitutiva del potere papale e sono ancora molti gli edifici che testimoniano lo splendore di quel periodo. Come ad esempio il Duomo di San Lorenzo che riprende i canoni dello stile romanico e rappresenta il punto di riferimento, per la comunità religiosa locale.

Duomo di San Lorenzo e Palazzo dei Papi

La struttura ha subito diversi rimaneggiamenti e restauri, è suddivisa in tre navate e al suo interno si trovano le sepolture di Papa Alessandro IV e di Papa Giovanni XXI. Inoltre, si possono ammirare le eleganti pitture e gli affreschi di diversi artisti, tra questi Giovan Francesco Romanelli e di Antonio del Massaro da Viterbo. Accanto alla chiesa si trova il cosiddetto Palazzo dei Papi, edificato nel XIII secolo, utilizzato come residenza papale al proprio interno c’è la sala destinata al Conclave. L’episodio più leggendario di questo luogo, riguarda l’elezione del successore a Clemente IV, avvenuta tra il 1268 e il 1271, durò temporalmente più di venti mesi.San Pellegrino

L’ indecisione dei cardinali portò all’insurrezione popolare, i religiosi vennero rinchiusi dentro al palazzo e ricevettero come cibo solo pane e acqua. Le condizioni furono rese ancora più dure poiché i cittadini scoperchiarono il tetto, lasciando gli uomini inermi contro le intemperie. Fu così che venne eletto papa Gregorio X. La facciata del palazzo è dotata di un’elegante loggia, ricca di decorazioni. Intorno al Duomo di San Lorenzo e al Palazzo dei Papi, si sviluppa buona parte del quartiere medievale di San Pellegrino.

San Pellegrino sanpellegrino

Passeggiare tra i piccoli vicoli è un’occasione per immergersi in una dimensione storica precedente. Circondata da alte mura, Viterbo ha otto porte che ancora mantengono l’aspetto originale. Oltre alle camminate nel centro storico si può visitare il Museo Etrusco, sito accanto a Porta Fiorentina, nella Rocca Albornoz. I numerosi reperti esposti risalgono al VII-V secolo A.C. e provengono da diversi siti circostanti, come San Giovenale e Ferento.
Museo Etrusco

Visitare Viterbo durante gli eventi

Il 3 settembre di ogni anno, la città festeggia la propria patrona con la famosa Macchina di Santa Rosa, trasportata sulle spalle di cento uomini denominati facchini. La struttura raggiunge i 50 quintali e i 28 metri di altezza, nel Museo del sodalizio dei facchini di Santa Rosa, è possibile ammirare in miniatura gli stili che sono andati cambiando con il passare del tempo.

Fiera di Santa Rosa a Viterbo

L’aspetto della Macchina viene rinnovato ogni cinque anni e i primi giorni di settembre attirano numerosi curiosi e credenti. La Tuscia, con Viterbo e le località circostanti, è molto apprezzata per la grande offerta enogastronomica che offre agli amanti del buon cibo e soprattutto del buon vino. La cultura della terra e la tradizione dei sapori tipici, lasceranno soddisfatti anche i palati più esigenti. Le degustazioni organizzate sono molto numerose e riguardano ogni campo dell’alimentazione. La passione per il vino è molto forte e sono molte le aziende vitivinicole nei dintorni che aprono le proprie cantine per gli amanti dell’enologia.

Circondata dai boschi e dalle colline, la città di Viterbo è celebre per la propria attività di geotermia. Infatti, le numerose sorgenti termali sono note fin dall’epoca romana e tutt’ora richiamano molti viaggiatori, per i loro salutari benefici. Si possono scegliere strutture private, come le Terme dei Papi che offrono diversi servizi oppure si può approfittare delle piscine naturali del Bullicame o quelle del Bagnaccio, dove non si paga nulla per accedervi e ricadono all’interno di terreni agricoli. Un’occasione per prendersi cura della propria salute e della propria pelle utilizzando le proprietà delle acque calde.

Bullicame bullicame bullicame

L’alto Lazio è una scoperta continua di paesaggi collinari e contesti agricoli che si integrano con la natura e l’ambiente circostante. La Città dei Papi è una meta molto apprezzata dai visitatori che vanno alla ricerca di un luogo dove il culto del mangiar bene si coniuga con la storia ricca e piena di avvenimenti importanti che legano Viterbo alla tradizione religiosa cristiana durante l’epoca medievale.

Indirizzi utili: Avis Comunale Viterbo