Visitare Vignanello: Vignanello è un comune di circa 5 mila abitanti appartenente alla provincia di Viterbo, da cui dista poco meno di venti chilometri. Il paese sorge sulle pendici dei Monti Cimini, rilievi di origine vulcanica situati nell’Antiappennino laziale.

Vignanello

Giardino Ruspoli

Le origini: la fondazione di Vignanello risale presumibilmente all’epoca pre-romana, ma lo sviluppo del paese avvenne con tutta probabilità in seguito al sacco di Roma, occasione che portò molti cittadini romani a rifugiarsi tra i boschi della zona in seguito all’invasione dei Visigoti. Nel XII secolo, Federico Barbarossa tolse Vignanello dai territori appartenenti alla Chiesa, che si riappropriò della cittadina nel 1800, fino alla proclamazione del Regno d’Italia.

I luoghi da visitare: il monumento principale di Vignanello è il Castello Ruspoli, il quale spicca sul panorama cittadino. Edificato originariamente intorno al X secolo, il castello venne distrutto dai Viterbesi e ricostruito nel 1500. L’edificio è di dimensioni ragguardevoli e sorge attorno a un fossato di grande profondità. Al suo interno sono presenti dei ritratti raffiguranti i personaggi storici del paese, mentre l’esterno è adornato con un principesco giardino suddiviso in più aree.

Vignanello infiorata

Infiorata in Piazza della Repubblica

Altro monumento civile di grande richiamo è l’Arco del Molesino, in passato attribuito a Jacopo Barozzi da Vignola e a lui dedicato. In realtà l’opera fu realizzata dall’architetto romano Mattia De Rossi, allievo di Gian Lorenzo Bernini e autore della celebre Porta Portese di Roma.

Altri motivi per Visitare Vignanello

A livello religioso, l’architettura più importante di Vignanello è la Chiesa di Santa Maria della Presentazione, situata all’interno del borgo ed edificata su disposizione del principe Francesco Maria Marescotti. La chiesa, consacrata nel 1725 da papa Benedetto XIII, è realizzata prevalentemente in stile barocco. Altri monumenti religiosi presenti a Vignanello sono la Chiesa di San Lorenzo, la Chiesa di San Sebastiano e la Chiesa di San Giovanni Decollato.

Castello Ruspoli

Castello Ruspoli

I piatti tipici di Vignanello: il primo piatto più importante di Vignanello è rappresentato dagli gnocchi col ferro, in passato noti come maccheroni. Il nome della pietanza è dovuto all’utilizzo di un tubicino di ferro lungo circa 25 centimetri, il quale viene impiegato per avvolgere le pasta e darle la tipica forma del maccherone. Gli gnocchi col ferro sono solitamente conditi con il sugo di salsicce e con abbondanti dosi di pecorino.

Chiesa s.Maria della presentazione

Chiesa S.Maria della presentazione

Piatto tradizionale della zona è l’acquacotta. Si tratta di una pietanza preparata con mentuccia, cicoria, pane raffermo e verdure selvatiche, ai quali vengono aggiunti olio extravergine di oliva e baccalà. Un secondo piatto tipico della tradizione di Vignanello è la Pignataccia, ossia uno stufato composto da carne e da interiora di bovino e di suino, il quale viene cotto in un tegame di coccio insieme a patate e sedano.

Per quanto concerne i dolci, i principali sono le ciambelline al vino e i pasticcini a base di nocciola. Proprio la nocciola risulta uno dei prodotti gastronomici più prestigiosi dei Monti Cimini, utilizzata prevalentemente per preparare gelati, biscotti e torte. A Vignanello vi è una grande abbondanza di nocciole appartenenti alla tipologia ‘Tonda Gentile Romana’.

Chiesa s.Maria della presentazione

Chiesa S.Maria della presentazione

L’olio e il vino: vignanello è nota sia nel Lazio che nel resto d’Italia per via di due importanti prodotti: l’olio e il vino. L’olio extravergine d’oliva di Vignanello contiene proprietà qualitative di livello eccezionale e un sapore fruttato e fortemente aromatico. Il prodotto viene esportato anche al di fuori dei confini laziali.

La coltivazione della vite a Vignanello risale al periodo etrusco e si è poi evoluta con il trascorrere dei secoli. Attualmente la zona è ritenuta tra le più importanti del Lazio a livello di produzione vinicola e sono numerosi i premi che i vini DOC di Vignanello hanno ottenuto in ambito nazionale e internazionale. Ogni anno, nel mese di agosto, il paese organizza la Sagra del Vino, rassegna in cui è possibile assaggiare diversi tipi di vino prodotti localmente e assistere a spettacoli musicali e di cabaret.

Visita il sito ufficiale del comune di Vignanello