Lubriano

Visitare LubrianoUno scenario suggestivo accoglie il turista che arriva a Lubriano: un caratteristico paesino, arroccato su un promontorio tufaceo, emerge in un paesaggio naturalistico molto vario. La spettacolare Valle dei Calanchi, che circonda questa piccola perla della Tuscia a confine con l’Umbria, rende questo ambiente molto scenografico.

 

I luoghi da visitare

Chiesa della Madonna del Poggio

Sicuramente uno dei luoghi più belli da visitare è la chiesa della Madonna del Poggio, splendido esempio di architettura barocca. Situata appena fuori il paese, lungo la strada che porta a Bagnoregio, questa chiesa affonda le sue radici in un tempo lontano. Secondo la tradizione, nel 1500, alcuni abitanti di Lubriano rinvennero un’immagine di una Madonna dipinta su una tegola. La popolazione, del piccolo centro dell’Alta Tuscia, decise allora di costruire una piccola cappella sul luogo del ritrovamento. All’interno della chiesetta venne poi dipinto un affresco raffigurante una Madonna con bambino, risalente al 1619, ma probabilmente realizzata alcuni anni prima.

La chiesa, come si presenta oggi agli occhi del visitatore, è frutto di un lavoro datato circa metà del 1700. Su un’ampia scalinata si eleva il santuario, di stile barocco, a una sola navata e con il solo altare dedicato alla Madonna.

Un luogo suggestivo dove la devozione, che nei secoli ha caratterizzato questo luogo, continua a mantenersi viva e ardente.

Lavatoio “Fontana vecchia”

Un luogo che custodisce gelosamente segreti, storie e ricordi di un paese. Passeggiando per il centro storico di Lubriano soffermatevi ad ammirare il caratteristico lavatoio. Lo scorrere lento dell’acqua, la zona ombreggiata e la tranquillità vi permetteranno di lavorare con la fantasia. Quello che oggi è un luogo silenzioso un tempo era affollato e rumoroso, uno spazio sfruttato in ogni centimetro dalle donne del paese. Immaginate un passato lontano, quando le donne andavano al lavatoio del paese per fare il bucato, e potrete facilmente pensare a quanti pettegolezzi deve aver ascoltato quel vecchio lavatoio.

Museo Naturalistico

Il turista che arriva a Lubriano ha in mente una tappa fissa: il Museo Naturalistico. Quello che propone il Museo è un viaggio davvero originale per scoprire questo suggestivo territorio. Il “Percorso museale delle acque, dei fiori, dei frutti e delle erbe mangerecce”, nasce per iniziativa del Comune di Lubriano, che decise di acquistare e restaurare una vecchia abitazione in rovina da adibire a Centro Studi. Obiettivo del progetto è quello di valorizzare le risorse naturali del territorio e supportare progetti di ricerca scientifica in ambito botanico, faunistico ed idrobiologico.

Se amate la natura e volete scoprirne di più su flora, fauna e geologia allora questo è il posto che fa per voi.

Torre Monaldeschi

Tra i suggestivi vicoli del centro storico, nel punto più alto del paese, spicca una bellissima torre. Costruita probabilmente intorno al XII secolo, la Torre Monaldeschi faceva parte un possente castello medievale. Dalla torre, che secondo alcune fonti era originariamente alta il doppio, era semplice avvistare i nemici e poterli respingere.

La torre, oggi alta 18 metri, sul lato occidentale presenta due finestre, da quella in basso è possibile accedere all’interno. Dalla sommità della torre il panorama è stupefacente!

Castello Monaldeschi della Cervara

Preparatevi a vivere una fiaba: benvenuti al Castello Monaldeschi di Lubriano. Questo incantevole palazzo del XVII secolo oggi è una location raffinata dove si svolgono matrimoni, eventi culturali ed iniziative importanti. Bellissime sale decorate, antichi arredi ed ambienti di altri tempi regalano a questo luogo un fascino unico.

Questa dimora storica gode di una posizione privilegiata sull’incantevole Valle dei Calanchi ed è uno dei più importanti edifici barocchi della zona.

Chiesa di San Giovanni Battista

Uno scrigno che racchiude preziose opere d’arte. Si presenta così, in tutta la sua bellezza, la caratteristica chiesa di San Giovanni Battista.

Gli interni di questo luogo di culto conservano preziose pitture murali, risalenti al ‘600, e suggestive tele dello stesso periodo.

Teatro dei Calanchi

Tra stradine e vicoli del centro storico arriverete al Teatro dei Calanchi. Una struttura importante per il paese che è stata recuperata e valorizzata. Ad attirare la vostra attenzione ci penserà la particolare facciata che rende la struttura immediatamente riconoscibile.