Visitare Bassano Romano: Bassano Romano è una piccola cittadina di circa 5.000 abitanti, a metà strada tra Roma e Viterbo ed equidistante dal lago di Bracciano e il lago di Vico. Sorge su uno sperone di tufo immerso in una zona prevalentemente collinare e ricca di vegetazione composta da alberi ad alto fusto, caratteristiche queste che contribuiscono a determinare la salubrità e la piacevole freschezza del clima soprattutto in estate.

visitare bassano romano

I primi insediamenti urbani comparvero intorno all’anno 1.000 quando un gruppo di boscaioli vi si insediò per la lavorazione del legno, dopo pochi anni Bassano passò sotto il dominio dello stato pontificio e vi trasferì la propria residenza il signore di Sutri dando il via ai lavori di costruzione di un palazzo principesco. Ma il periodo di maggior splendore e crescita per il paese inizia alla fine del Cinquecento quando viene ceduto alla famiglia Giustiniani e successivamente viene eretto a principato, passando poi nel corso dell’Ottocento sotto il dominio di una potente famiglia romana come gli Odescalchi.

Visitare Bassano Romano e vedere le opere più belle

Date le premesse, l’opera architettonica più importante e interessante risulta essere il Palazzo Giustiniani Odescalchi, dimora estiva di entrambe le famiglie. L’ingresso si affaccia sulla piazza principale e, tra le opere che lo decorano, troviamo delle teste di marmo risalenti all’epoca romana. Al piano nobile ammiriamo un loggiato e numerose stanze tutte finemente affrescate, mentre al piano terra un particolare interessante è costituito da un teatrino all’inglese. Al palazzo sono annessi anche il parco e la Casina di Caccia.

In posizione panoramica, con vista sui Monti Cimini, i Sabatini e gli Appennini, si erge il complesso di San Vincenzo Martire. La chiesa, la cui costruzione è terminata nel XVII secolo, ricalca lo stile architettonico riconoscibile nel Palazzo Giustiniani. La facciata monumentale, affiancata da due torri campanarie e decorata da cornici, nicchie e lesene, lascia intravedere la cupola che contribuisce all’effetto scenografico che si intensifica ulteriormente al tramonto, quando la luce ne esalta le linee. L’interno contrasta per la sua semplicità, sobrietà, e la totale assenza di affreschi: questo però non deve stupire poichè la struttura fu pensata come un mausoleo di famiglia.

Girovagando per il paese si possono visitare molte altre chiese di interesse turistico, come la Chiesetta di Santa Maria dei Monti anch’essa situata in posizione panoramica, la Chiesa di San Gratiliano che conserva le reliquie del santo patrono, la Chiesa della Madonna della Pietà con interni di una raffinatezza ed eleganza straordinari, e la Chiesa parrocchiale di Santissima Maria Assunta.

Nel borgo poi, è facile imbattersi in numerosi altri edifici dall’architettura interessante; si scorgono anche le torri difensive oggi convertite in abitazioni, numerose edicole dedicate alla Madonna e grotte scavate nel tufo di origine etrusca.

Gli eventi migliori per visitare Bassano Romano

Uno dei momenti dell’anno di maggior richiamo per i turisti è quello dei mercatini del ‘600 che animano tutto il centro storico nel primo weekend di luglio: le bancarelle espongono prodotti di artigianato locale, gastronomici e oggetti d’antiquariato, mentre per le strade sfilano personaggi in raffinati abiti d’epoca, sbandieratori e spadaccini, e si assiste al palio del saraceno.

Per gli amanti della natura invece, poco lontano dal centro abitato, si trova un fiabesco bosco di alberi secolari (in prevalenza faggi) chiamato “la macchia” che offre anche un’area pic-nic attrezzata per il barbecue dove è possibile arrostire le carni tipiche del luogo come il maiale e la vitella.